Gli autori

  • Roberta Aledda, classe 1982, sarda trapiantata a Milano, convive con il suo compagno e la sua gatta. Laureata in psicologia, da 11 anni lavora nella formazione professionale e nei servizi al lavoro. Criminologa forense, si avvicina alla questione maschile durante il master in criminologia. Ha collaborato con il blog “Staker sarai tu”, intervenendo anche nella trasmissione “Radio Londra” in qualità di esperta. Su La fionda tiene la rubrica "Territorio maschile".
  • Claudio Accardi, classe 1976, siciliano. Laureato in Giurisprudenza, ha lavorato sia in ambito commerciale che come insegnante presso strutture pubbliche e private. Impegnato da anni nell’attivismo anti-femminista, anche attraverso spazi goliardici (ma con un’idea ben precisa), usa uno pseudonimo per due ragioni: tutelarsi dallo squadrismo dell’ideologia dominante, dimostrare che anche l’ultimo degli idioti può bucare il muro di ipocrisia e banalità dei “padroni della voce”, ovvero il mainstream nostrano.
  • Santiago Gascó Altaba, nato in Spagna nel 1972, è veneto di adozione. Si laurea in Francia in Economia, tra il 1990 e il 2007 abita e lavora in Spagna, Francia, Inghilterra, Stati Uniti, Germania e Italia. Padre separato, è autore del monumentale saggio in due volumi "La grande menzogna del femminismo" e su La fionda pubblica ogni domenica sulla rubrica "La grande menzogna".
  • Rosa Bortolotti, classe 1965, lombarda. Inizia il suo percorso lavorativo come grafica, lavorando nelle più importanti testate nazionali. Nel 1992 supera l'esame per entrare all'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Sposata, è madre di due figli. Di tutto quello che ha, non le manca niente. Su La fionda è autrice di articoli e gestisce la rubrica "Pulchrae puellae et bonae".
  • Rita Cascia, classe 1971, bergamasca. Laureata in Scienze Umanistiche e Specialistica in Letterature Moderne e Comparate all’Università degli Studi di Bergamo. Accanita lettrice e appassionata scrittrice, è impegnata nel sociale ed esperta di sanità. Ha svolto diverse attività prima in ambito commerciale, poi in ambito universitario.
  • Rino Della Vecchia, classe 1955, bellunese, sposato. Laureato a Padova in Scienze Politiche, con specializzazione in scienze umane ed epistemologia. È una delle più importanti figure storiche della questione maschile in Italia, avendo collaborato con i primi siti sull'argomento per poi fondare l'associazione "Uomini3000", cui sono seguite altre collaborazioni con le generazioni successive di attivisti della questione maschile. È l'autore del fondamentale saggio "Questa metà della terra" (2004).
  • Alessio Deluca, classe 1982, milanese, padre separato. Laureato in psicologia, si divide tra i suoi lavori di psicoanalista e musicista professionista. Per evitare possibili ricadute negative sulla propria professione o presso il proprio Ordine, scrive su La fionda con uno pseudonimo, lo stesso usato per diversi anni sul blog "Stalker sarai tu".
  • Armando Ermini, classe 1948, fiorentino, padre separato. Laureato in economia, ha lavorato nel settore bancario e assicurativo, dove ha svolto anche attività sindacale. Negli anni '90 ha rivestito il ruolo di caporedattore del sito "Maschi Selvatici" ed è stato presidente dell'omonima associazione fino al 2012. Attualmente, oltre a scrivere per "La fionda", è redattore della rivista culturale online "Il Covile" e autore di saggi.
  • Giacinto Lombardi, classe 1952, pugliese. Sposato, due figli, attualmente è in pensione dopo essere stato docente di Italiano, Storia e Filosofia in diverse scuole d'Italia. Attivo sul versante del racconto maschile fin dagli inizi degli anni ’90, ha pubblicato diversi articoli sul blog “Stalker sarai tu” e oggi collabora anche col giornale online Minervinolive.it, dove cura la rubrica “Arte e pensieri”.
  • Andrea Rodolfo Nadia, classe 1989, milanese. Lavora nel settore pubblico e si è dedicato a lungo allo studio dell'arte della seduzione per rimediare alla propria solitudine affettiva. A tutti gli effetti “un incel che ce l'ha fatta”, negli anni ha raccolto centinaia di aneddoti, che racconta sul blog “2 di Picche - Il ragazzo non è portato, però s'impegna”. Spinto dal fortissimo contrasto fra la visione del mondo proposta dal femminismo e la propria esperienza con la realtà femminile, ha ampliato le proprie osservazioni sul modo in cui le dinamiche uomo-donna si riflettono nel sociale. Su La fionda tiene la rubrica "Uomini e donne, in supposte".
  • Fabio Nestola, classe 1959, romano, sposato. Dirige i centri studi "CSA - Centro Studi Applicati" ed "ECPAT - End Child Prostitution in Asian Tourism". Ha pubblicato diverse ricerche di carattere sociologico e criminologico. Ha al suo attivo i saggi "Perché i giudici non sono bambini" e "Il Pater Sapiens in evoluzione". È autore di articoli e pubblicazioni in materia di genitorialità, relazioni, comunicazione pubblica. Svolge attività di CTP e di consulente ministeriale.
  • Giorgio Russo, classe 1971, napoletano, sposato. Laureato in sociologia, amante della letteratura antica e della scrittura moderna. Essendo dipendente pubblico teme, in questa folle epoca di politicamente corretto, che le sue legittime opinioni possano essere usate a suo danno, per questo il suo qui su La fionda è uno pseudonimo. È stato autore, con lo stesso pseudonimo, presso il blog "Stalker sarai tu".
  • Davide Stasi, classe 1974, genovese, sposato. Laureato in Scienze Politiche e Internazionali, autore di libri di saggistica, romanzi e racconti. È stato il fondatore del blog "Stalker sarai tu", attivo per quattro anni sul versante dell'antifemminismo, per cui ha anche realizzato la serie di trasmissioni video "Radio Londra" e la serie di podcast bilingue "Il racconto maschile".  È il coordinatore del gruppo di autori de La fionda ed egli stesso autore saltuario.
  • Giuseppe Tarantini, classe 1988, romano. Laureato in filosofia, disciplina di cui è appassionato cultore, lavora nel campo della ristorazione, con un'ambizione crescente per la scrittura critica, che ha cominciato a esercitare pubblicando articoli all'interno del blog "Stalker sarai tu".
  • Francesco Toesca, classe 1966, romano. Padre, artigiano, orgogliosamente autodidatta e privo di titoli. Formato alla scuola di pensiero del filosofo Pietro M. Toesca, suo padre, crede fortemente nella competenza esperienziale, dove la sofferenza personale diventa un impegno ad aumentare la propria lucidità intellettuale. È cofondatore della Lega degli Uomini d'Italia (di cui è anche presidente), del Movimento degli Uomini Beta e collaboratore dell'Associazione Nazionale Familiaristi Italiani.


Condividi