Categoria: Censura

Censura
La censura dei social e la certificazione del nemico

La censura dei social e la certificazione del nemico

Hanno fatto bene i social a censurare Trump o si è trattato di censura? Nessuna delle due, si è trattato di qualcosa di più grave.

Censura
Si metta "Grease" al rogo. E così sia.

Si metta "Grease" al rogo. E così sia.

La cancel culture che prospera sui social fa fuori un altro mito del cinema: "Grease". Mentre negli USA si prega col politicamente corretto.

Censura
Il calendario Codacons e i tanti perché senza risposta

Il calendario Codacons e i tanti perché senza risposta

Scoppia l'ennesima polemica all'insegna dell'oscurantismo ideologico per un calendario di nudi voluto dal Codacons. Ed è subito cortocircuito

Censura
Le mostruose tecniche con cui "il Bene" si fa strada

Le mostruose tecniche con cui "il Bene" si fa strada

Così operano i portavoce di quel "Bene" assoluto che schiaccia sotto il proprio peso ipocrita e oppressivo la libertà di tutti e il buon senso

Censura
Occhio a quello che dite in casa. Parola di Cassazione.

Occhio a quello che dite in casa. Parola di Cassazione.

I giudici di Cassazione non perdonano: non si "sparla" di femminicidio. Nemmeno a casa propria. La "vittima media" potrebbe aversene a male.

Censura
Politically correct: a Eton, Gran Bretagna, si incide il bubbone

Politically correct: a Eton, Gran Bretagna, si incide il bubbone

Will Knowland, professore di inglese a Eton, viene rimosso per aver osato confutare la "teoria del patriarcato". Esplodono le proteste.

Censura
Il "Revenge porn" e il femminismo schizofrenico (ignorato da tutte)

Il "Revenge porn" e il femminismo schizofrenico (ignorato da tutte)

Da una storia di "revenge porn" tra ragazze, qualche riflessione sulle comiche contraddizioni dei dogmi femministi, che infatti nessuno segue.

Censura
Le scorrettezze della Boldrini. Caro Mattia Feltri, parliamone.

Le scorrettezze della Boldrini. Caro Mattia Feltri, parliamone.

La nostra proposta a Mattia Feltri, Direttore dell'HuffPost, piazzato sulla graticola per aver osato opporsi ai diktat di Laura Boldrini.