Occhio a quello che dite in casa. Parola di Cassazione.

I giudici di Cassazione non perdonano: non si "sparla" di femminicidio. Nemmeno a casa propria. La "vittima media" potrebbe aversene a male.