Ha senso, oggi, parlare di virtù?

Nel rumore che circonda le donne caricandole di stereotipi post-modernisti e disumanizzanti, ha ancora senso affermare il valore della virtù?