Categoria: Cronaca

“Delirio da gelosia”. Parola d’ordine: infierire, infierire, infierire.

“Delirio da gelosia”. Parola d’ordine: infierire, infierire, infierire.

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Brescia: Antonio Gozzini, 80 anni, viene assolto perché giudicato non imputabile in merito all’omicidio della moglie, Cristina Maioli. Nessuno ha detto che sia innocente. Non è imputabile, il che è

L’assoluzione per “delirio di gelosia” scatena l’isteria femminista

L’assoluzione per “delirio di gelosia” scatena l’isteria femminista

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] A intervalli regolari capita. Si prende una sentenza, prima ancora che ne vengano pubblicate le motivazioni di dettaglio, si isola qualche aspetto e su di esso si monta un caso

Lunga vita a Lilia Sudakova (al delitto d’onore e alla “legittima difesa”)

Lunga vita a Lilia Sudakova (al delitto d’onore e alla “legittima difesa”)

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Lasciateci essere "maschiacci", per una volta. E lasciateci dire che un uomo capace di conquistare e mettersi in casa una donna come Lilia Sudakova, top model russa, sublimamente bella come

A piedi 450 Km “per sbollire”: la lettura distorta di Antonella Boralevi

A piedi 450 Km “per sbollire”: la lettura distorta di Antonella Boralevi

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Parole di Antonella Boralevi su "La Stampa": Non posso concordare con Antonella Boralevi. Plaude al gesto del podista comasco, su una notizia che ha avuto un certo rilievo a causa

E ora… tutte all’assalto della “Banca Alberto Genovese”

E ora… tutte all’assalto della “Banca Alberto Genovese”

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Il programma televisivo "Quarto Grado" (Rete 4) si è occupato di recente della vicenda dello stupro della diciottenne durante un festino hard organizzato dall'imprenditore Alberto Genovese. La vicenda e l'arresto

E la Pausini stona di brutto su Maradona

E la Pausini stona di brutto su Maradona

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] 25 novembre, l’apoteosi di vittimismo preparata con cura dall’inizio di novembre dura poco, si affievolisce appena le agenzie battono la scomparsa di Maradona. Un personaggio monumentale non solo per lo

Uomini e donne nello sport: chi onora e chi volta le spalle

Uomini e donne nello sport: chi onora e chi volta le spalle

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Mai lo si sarebbe potuto pensare, eppure Diego Armando Maradona, per la sua stessa esistenza e per la sua morte proprio nella giornata internazionale contro la violenza verso le donne,

“Femminicidio” di Roveredo: una mamma spazza via i diktat alla stampa

“Femminicidio” di Roveredo: una mamma spazza via i diktat alla stampa

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Il "femminicidio" di Roveredo, avvenuto il 25 novembre scorso, ha fatto notizia più degli altri, per diversi motivi. Anzitutto il rifiuto dell'avvocato indicato dall'omicida di prestarsi alla difesa dello stesso.

L’antipasto delle meraviglie queer prossime venture

L’antipasto delle meraviglie queer prossime venture

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Si è ancora in attesa di capire cosa ne sarà dell'orrido DDL Zan. L'unica cosa certa è che, se fosse vigente, ciò che segue nel presente articolo varrebbe probabilmente la

Lo stupidario del 25 novembre (evviva Maradona!)

Lo stupidario del 25 novembre (evviva Maradona!)

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Che cosa è diventata nel corso del tempo la giornata internazionale contro la violenza sulle donne? Da celebrazione generica si è trasformata in qualcosa di simile alle tante feste-marketing disseminate