Tag: sostegno

Contro la “violenza di genere”: una nostra proposta alla politica

Contro la “violenza di genere”: una nostra proposta alla politica

Nella gigantesca tempesta mediatica scatenatasi a seguito del caso di cronaca nera che ha coinvolto Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, c'è qualcosa che manca. Una questione che nessuno pare abbia il coraggio di affrontare. Dunque,

Roma: per le elezioni ci si piega alle femministe. E il privilegio è servito

Roma: per le elezioni ci si piega alle femministe. E il privilegio è servito

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Quanto vale l'illusione di una manciata di voti? Svariati milioni di euro, sotto varie forme. Anzitutto la forma del debito: 900 mila euro residui di affitti da pagare per l'occupazione

Discriminazioni istituzionali di genere: parte il “reddito di libertà”

Discriminazioni istituzionali di genere: parte il “reddito di libertà”

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Si è molto discusso, durante la pandemia, dell'uso disinvolto ed eccessivo da parte dell'ex premier Giuseppe Conte dello strumento del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM). Un utilizzo

DDL Zan: perché il ripensamento di Rocco è importante?

DDL Zan: perché il ripensamento di Rocco è importante?

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Sembra passato molto tempo, in realtà era solo ieri che il Disegno di Legge proposto dall'On. Alessandro Zan veniva considerato come qualcosa di serio e vivo. Oggi che è un

Donne e fascismo: Moni Ovadia cerca l’applauso facile

Donne e fascismo: Moni Ovadia cerca l’applauso facile

[responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"] di Santiago Gascó Altaba - Moni Ovadia, probabilmente alla ricerca dell'applauso facile, dice la sua in vista del 25 aprile: "sotto il Fascismo le donne erano considerate delle fattrici o

William Pezzulo: il simbolo vivente del doppio standard

William Pezzulo: il simbolo vivente del doppio standard

di Davide Stasi. William è anzitutto un amico. Amico mio, ma amico soprattutto di tutti gli uomini d'Italia, sia quelli "risvegliati" rispetto al regime in costruzione e già ormai molto ben consolidato di oppressione del