Categoria: La grande menzogna

Femminismo
Mio padre è morto di Covid

Mio padre è morto di Covid

Onora il padre, onora gli uomini e rifiuta ogni ideologia che li infanga e criminalizza. Che sia doveroso appare evidente davanti alla morte.

Femminismo
"AG About Gender": il femminismo accademico

"AG About Gender": il femminismo accademico

Il femminismo accademico, i "gender studies" e le lenti viola che deformano la realtà, svilendo la ricerca universitaria ai minimi termini.

Femminismo
Christine De Pizan: il proto-femminismo

Christine De Pizan: il proto-femminismo

La più antica femminista della storia: Christine De Pizan. Che già predicò all'opposto della realtà e dei fatti della sua stessa vita.

Femminismo
Il femminismo italiano: Carla Lonzi

Il femminismo italiano: Carla Lonzi

Carla Lonzi, una delle femministe italiane di riferimento nella teoria della vittimizzazione femminile e colpevolizzazione maschile.

Femminismo
Beatriz Gimeno: il femminismo "queer"

Beatriz Gimeno: il femminismo "queer"

Esiste anche il "femminismo queer", una sorta di ibrido tra ideologie che ha come esito una mostruosità. Che in Spagna però è al governo.

Femminismo
Il femminismo borghese e il femminismo proletario

Il femminismo borghese e il femminismo proletario

Il più noto è il femminismo borghese, ma è esistito anche un femminismo proletario, che però non si sottrae a contraddizioni irrisolvibili.

Femminismo
Femminismo: prima e ultima ondata, nessuna differenza

Femminismo: prima e ultima ondata, nessuna differenza

Su stimolo di una lettrice critica, apriamo una finestra sull'anarcofemminismo. Che, al fondo, non è altro che il solito femminismo tossico.

Femminismo
La prima ondata: il femminismo "buono" (7)

La prima ondata: il femminismo "buono" (7)

Molti critici guardano con indulgenza alla "prima ondata" del femminismo. Una posizione errata perché la radice del male rimane la stessa.

Femminismo
La prima ondata: il femminismo "buono" (6)

La prima ondata: il femminismo "buono" (6)

Molti critici guardano con indulgenza alla "prima ondata" del femminismo. Una posizione errata perché la radice del male rimane la stessa.