Tag: sofferenza

Sono pesche? Sono mele? Sono scarti?

Sono pesche? Sono mele? Sono scarti?

A proposito di povertà, il titolo dell'articolo introduce l'argomento e ci allerta sulla grave evoluzione attuale dell'esclusione sociale: «L’esclusione sociale si sta femminilizzando: due senzatetto su dieci sono donne». Non bisogna essere un arguto lettore

Prima le donne e i bambini… poi “gli altri”

Prima le donne e i bambini… poi “gli altri”

A proposito della tragedia dei rifugiati e dell'incerto futuro che questi devono affrontare, a seguito della guerra in Ucraina, il giornale The Guardian ci informa: «...per le donne, i bambini e gli altri che vengono

A chi importa della sofferenza maschile? (2)

A chi importa della sofferenza maschile? (2)

Di recente ho visto due film biografici, Miss Potter (2006) e Le montagne della luna (Mountains of the Moon, 1990). Il primo racconta la vita dell'artista Helen Beatrix Potter (1866-1943), ricordata per i suoi libri

A chi importa della sofferenza maschile? (1)

A chi importa della sofferenza maschile? (1)

In questi ultimi anni l'industria cinematografica – a dir il vero tutte le industrie –, succube dell'ideologia woke che sta invadendo ogni ambito della vita, è stata colpita da un'ondata di disapprovazione e revisionismo. Molti

Norah Vincent: la donna che si è fatta uomo. Fino alla fine.

Norah Vincent: la donna che si è fatta uomo. Fino alla fine.

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Questa che stiamo per raccontarvi è una di quelle storie ultimative. Nel senso che da sole riescono a mettere una pietra tombale sulle tante corbellerie che si dicono attorno a un

Virginia Woolf e la dissonanza cognitiva

Virginia Woolf e la dissonanza cognitiva

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Quando Hillary Clinton, first lady degli Stati Uniti per 8 anni, avvocato, senatrice, miliardaria, Segretaria di Stato per 4 anni, candidata democratica alla Presidenza degli Stati Uniti nel 2016, membro

Incel: se questo è un terrorista

Incel: se questo è un terrorista

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] «Sei un incel!», è la formula più usata sui social network, nelle baruffe di basso livello tra uomini e femministe, per insultare la parte maschile. Questo perché col tempo e

Un confronto di empatie: Incel contro Trans

Un confronto di empatie: Incel contro Trans

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Poniamo che esista un gruppo di persone soggetto a un forte disagio psicosociale che si concretizza nella loro difficoltà o impossibilità a relazionarsi affettivamente (si consideri il termine nel suo

La prima ondata: il femminismo “buono” (2)

La prima ondata: il femminismo “buono” (2)

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] La supremazia della razza bianca sarebbe stata preservata grazie al voto delle dame bianche del sud: questo è lo spregevole e ricorrente leitmotiv del movimento suffragista americano, formula nata nel

La prima ondata: il femminismo “buono” (1)

La prima ondata: il femminismo “buono” (1)

[su_table][responsivevoice_button voice="Italian Female" buttontext="Ascolta l'articolo"][/su_table] Il femminismo buono è il femminismo razzista, suprematista bianco, eugenetico, xenofobo, antisemita, nazista, fascista, comunista, colonialista, militarista, guerrafondaio, conservatore, fondamentalista cristiano, puritano, nazionalista... Prima che questo incipit faccia sobbalzare il